Vai al contenuto

Dieci anni di The Witcher

Il 26 ottobre 2007, è una data molto particolare: tra mostri sacri e titoli che avrebbero scritto pagine e pagine di storia del videogioco quali (tra i tanti) Crysis, Assassin’s Creed, Call of Duty: Modern Warfare, BioShock e The Elder Scrolls IV: Oblivion, ecco arrivare dalla Polonia The Witcher. Distribuito da Atari e sviluppato dagli sconosciuti CD Projekt RED di stanza a Varsavia in esclusiva Pc.

Si presentava come un videogioco di ruolo d’azione costruito sopra un irriconoscibile Aurora Engine, quello del primo Neverwinter Nights, irriconoscibile perché portato a saturazione e avvalorato da filtri grafici di ultima generazione – per quei tempi – trasformando un motore di gioco duttile e ben rodato in qualcosa di profondamente diverso e spettacolare a vedersi.

Un milione di copie vendute dopo, due seguiti (il secondo solo per Pc e Xbox 360) e un terzo capitolo finalmente sdoganato alle masse popolari anche su PlayStation 4 ne consacrano il successo: The Witcher di CD Projekt RED è sulla bocca di tutti e ha imposto nuovi standard per i videogiochi di ruolo d’azione.

L’evoluzione dei cosiddetti Western Role Playing Games (Wrpg) di stampo Fantasy passa per la Polonia, con buona pace per Bethesda, BioWare e compagnia assortita.

DAL LIBRO AL MONITOR

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: