Vai al contenuto

Criteri di valutazione

simbolo-bilancia

Qui ne parlo solo bene

La Decima Arte è un blog celebrativo. In quanto tale sarà difficile parlar male dei videogiochi le cui recensioni o anteprime convergono qui.

Generalmente i giochi che recensisco li ho comprati. Quando capita di avere un codice o una copia promozionale per esigenze professionali (collaboro con un sito di informazione online) è davvero difficile per me fare arrivare nel blog quelli che mi deludono di più.

Ho scelto di non mettere voti alle recensioni perché odio i voti. Dare una valutazione, una scala, secondo me, è concettualmente sbagliato perché considero i videogiochi – non tutti – delle opere di creatività, artistiche. E a questo non si da un valore perché una cosa può piacere a me e dispiacere ad un’altra persona.

Per questo non metto voto a quello che recensisco. Preferisco descriverne l’offerta ed i contenuti, se mi piace particolarmente ne descrivo anche i motivi, se mi delude per qualche motivo lo scrivo anche, ma non fisso nulla in una scala di valori.

Penso che ogni videogioco possa emozionare, dipende dal gioco e dalla sensibilità di chi lo gioca. Indubbiamente ogni videogioco dovrebbe divertire, intrattenere, altrimenti parleremmo di altro.

Dove avvengono le prove dei giochi

I videogiochi recensiti qui, in passato sono stati provati su smartphone, PS3, PS4 e PS4 Pro. Al momento sono provati su PC con questo hardware:

Monitor: Optix G27CQ4 per ora a risoluzione 1080p/60 frame-per-secondo
Processore: AMD Ryzen 7 3700X 8-Core Processor 3.60 GHz
RAM: 16,0 GB
Scheda video: Nvidia GeForce GTX 970 4GB
Hard Disk: Kingston A2000 (SA2000M8/500G) NVMe PCIe SSD 500G, 500 GB

Politicamente scorretto, anzi, scorrettissimo

Se la cosa fosse sfuggita all’attenzione di qualcuno (e non siete pochi), qui non troverete mai un’opinione imparziale, oggettiva e “super-partes” dei videogiochi. Prima di tutto perché non lo credo umanamente possibile, in secondo luogo è un blog celebrativo, dove dei giochi se ne parla bene.

Quando parlerò male di qualcosa, questa non sarà un videogioco. Come tanti dei miei editoriali stanno a testimoniare, mi scaglio contro critica, consuetudini, ignoranza o superficialità, ma mai contro i videogiochi.

Se qualcuno si sentisse offeso dai miei articoli scritti “di pancia”, potrebbe e dovrebbe semplicemente stare lontano da queste pagine e inseguire l’utopia della critica 100% oggettiva.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: