Vai al contenuto

Gotham Knights

Gotham Knights è un videogioco d’azione in terza persona, con elementi stealth, modalità cooperativa e mappa di gioco a libera esplorazione. È sviluppato da Warner Bros. Games Montreal sotto bandiera Warner Bros. Games ed è disponibile su PC, PlayStation 5 e Xbox Series.

I Cavalieri di Gotham

Batman è morto. La sua lotta nella difesa di Gotham City chiede il prezzo più alto: la sua stessa vita. Come per ogni altra cosa che lo riguarda, il Cavaliere Oscuro ha previsto anche la sua dipartita e questa innesca una serie di azioni.

Una delle tante è quella di far recapitare un messaggio a Barbara Gordon, Dick Grayson, Jason Todd e Tim Drake. Quelli che, di notte, vestono i panni di Batgirl, Nightwing, Red Hood e Robin si ritrovano ad ereditare il pesante fardello di protettori della città.

La morte di Batman, infatti, avvia un’escalation di criminalità. Il dipartimento di polizia di Gotham City, orfano del Commissario Gordon, è preda di malaffare e corruzione, quindi del tutto incapace di arginare il crimine in ascesa.

Toccherà ai nuovi Cavalieri di Gotham proteggere la città. Il giocatore viene chiamato ad impersonarne uno o (tra una ronda notturna e l’altra) tutti.

Batman è morto, lunga vita a Gotham

A dispetto della, pur pesantissima, assenza di Batman in un titolo ambientato a Gotham City, devo ammettere che il risultato finale mi ha piacevolmente colpito.

Il comparto grafico è semplicemente controverso. Da un lato troviamo un livello di dettagli, animazioni ed effetti speciali al passo con i tempi. Dall’altro, bisogna ammettere, la stabilità e la solidità tecnica non sono un fiore all’occhiello.

Non c’è niente che un buon supporto e qualche patch non possano sistemare nell’arco di un anno. Ma ad onor del vero bisogna avvisare che Gotham Knight potrebbe soffrire qualche rallentamento o crash imprevisto, per ora.

Nulla da dire sul comparto sonoro e la varietà di situazioni. Dalle scazzottate più classiche allo stealth più fine. Passando da indagini sulla scena di crimini a salvataggio ostaggi o recupero refurtiva. Insomma: a Gotham City non ci si annoia mai.

Trame degne di una serie animata o un film

La narrativa proposta da Gotham Knights non mi è sembrata mai banale. Le trame di gioco principali e secondarie non si accavallano né si pestano i piedi. Tutto può essere affrontato e inteso come episodi di una serie animata o televisiva.

Fermi restano la serietà, la profondità e la bellezza di ogni missione. Non le ho mai trovate banali o pretestuose. I personaggi iconici di Gotham, oltre che i protagonisti, sono tutti ben caratterizzati e memorabili.

Particolarmente interessante è scoprire che ogni personaggio abbia una sotto-trama volta ad approfondirne la personalità. Oltre che a sbloccarne qualche abilità o equipaggiamento.

Si raccoglie quel che si semina

A proposito di sblocco di abilità e di equipaggiamento, Gotham Knights accompagna il giocatore verso una costante miglioria di equipaggiamenti di partenza e abilità speciali.

Ogni personaggio gode di un proprio arsenale e di propri costumi. L’estetica, oltre alla funzionalità, sono di prim’ordine. Mi ha colpito il fatto che, nonostante i reiterati potenziamenti, i personaggi restino comunque “umani”, fallibili, battibili.

Combattere il crimine è questione di testa e di tattica, non solo di muscoli e fuoco. Gotham Knights ce lo insegna da subito e ce lo ricorda per tutte le ore di gioco che gli dedichiamo. Personalmente: adoro questo costante senso di pericolo e vulnerabilità che fa tenere la guardia sempre alta.

Per contrastare la difficoltà e combattere la guerra al crimine, il gioco prevede la possibilità di essere affiancato da un altro giocatore. La modalità cooperativa, fissata a due giocatori per volta, aumenta ancora di più il divertimento.

Peccato solo che per giocare con tutti i cavalieri presenti, ci si limiti ad una modalità a parte.

Tecnologie targate Fox

Per chi non lo sapesse: Julius Fox è il brillante inventore che riempie Batman di numerose tecnologie e tanti mezzi di trasporto che gli permettono di tener testa ai nemici più impegnativi.

La vecchia volpe arriva in soccorso dei Gotham Knights, offrendo i propri servigi e le proprie strumentazioni. A patto di soddisfarne richieste di missioni ed incarichi. Come lui, tanti altri personaggi della narrativa di Batman si uniscono e sono pronti a premiare il giocatore. La premessa è sempre quella: dare qualcosa in cambio di qualcosa.

Tra le tante tecnologie a disposizione, troviamo la spettacolare Batcycle (o Batciclo, o Batmoto). Il motoveicolo è decisamente comodo per esplorare la città, peccato che la scelta di incollarne la telecamera alla ruota posteriore sia infelice: la sensazione di velocità è andata perduta per sempre.

Certi giochi del passato, anche se con poca fluidità, riuscivano comunque a restituire un’efficace sensazione di velocità di movimento.

Qualcuno dice che l’uva è acerba

Gotham Knights è stato, sostanzialmente, bocciato per motivi tecnici e motivi narrativi. Da un lato molti si sono lamentati che il gioco non viaggi a 60 fps, spinto a 4K e con tutti i filtri (inutili) al massimo. Dall’altro c’è chi trova inconcepibile ambientare un videogioco a Gotham City e fare a meno di Batman.

Come ho detto più su: il gioco ha i suoi problemi tecnici. Ma pretendere che questo vada liscio come olio pretendendo settaggi grafici che non sono sostenibili in nessuna configurazione, con nessun titolo, è veramente da pagliacci da tastiera, incapaci di giocare al computer.

Io ci gioco fluidamente a 1440p, è uno spettacolo per gli occhi e per le orecchie. Il grado di sfida è ottimo, le storie memorabili, la varietà indiscutibile.

I motivi narrativi evito di commentarli: mi sembrano sufficientemente soggettivi. Lascio che siano i Veri depositari della Verità Assoluta a parlare su questo fronte.
Dal basso del mio pulpito devo ammettere che, dopo 20 ore di gioco e titoli di coda ancora lontani dall’essere raggiunti, la storia (e le storie) di Gotham Knights sono sempre bellissime da affrontare e seguire.

Gotham Knights non sarà il gioco migliore dell’anno, per i sedicenti esperti. Ma per il sottoscritto si candida a mani basse per essere una delle più memorabili esperienze del 2022.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: